Perso

Pazzo,
continuo la mia corsa
verso l’infinito…
gratto via, dalla mia pelle,
con un spazzola dura;
ogni ricordo impuro.
Assaporo, l’amaro calice,
freddo e scuro;
mi brucia dentro e divampa.
Dimentico dei miei obblighi,
l’apatia regna sovrana…
cerco motivi,
unico fra tanti pur validi,
mi causa tormento.
Ma pur m’è dolce…
Un bacio.

Informazioni su Francesco Quaranta

Amo gli sguardi.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...