Le dernier jour

La città è buio e silenzio,

una sirena lontana entra da l’uscio sul balcone.

I contorni delle pareti bianche adesso nere,

abbozzano mostri e vuoti.

I vuoti sgretolano le certezze e i giorni,

le tracce degli artigli aprono strade immense.

Urlano i sogni dalle feritoie attraverso la pelle,

feroci grida, dissonanti grida, aberranti.

Cammino fra le strade vuote. Dai palazzi non luci o suoni,

polvere. Cade leggera la polvere,

sulle auto parcheggiate,

sulle masserizie accatastate lungo i marciapiedi.

E non so quale sia il vuoto più vasto.

A poco a poco cadono pezzi d’intonaco, sempre più grandi.

La città si sgretola sopra di me, attorno a me, sotto il mio sguardo.

I punti di sutura iniziano a bruciare.

La pelle diviene rossa e poi nera.

Gli immobili cominciano a cadere ed accartocciarsi,

affretto il passo, non corro no.

Con l’animo sereno affronto i ponti,

il fiume scorre verso il mare,

risuonano i miei passi.

La città è in macerie,

i musei non hanno retto al vuoto,

senza un suono.

Dal ponte delle miserie spando un ultimo sguardo.

Un giorno i segreti non avranno motivo d’esistere,

i sogni vivranno di luce immensa,

daremo amore in un crepitare di fiamma,

isseremo vele per arrivare al punto in cui s’addormenta il sole,

rimetteremo a posto gli errori senza compierne altri,

lasceremo i vuoti sulle panchine nei parchi,

porremo fine alle assenze con parole d’amore,

diremo addio quando avremo depassato il culmine, l’argine, l’orlo

e le frontiere delimiteranno le nostre case, le anime, gli abbracci.

Anche la poesia s’increspa,

quando siamo nella stessa stanza

e tu dormi ed io resto sveglio.

Ma adesso, adesso devo andare,

la città si accartoccia su se stessa ed io resto immobile,

perché dopo il frastuono la polvere si posi leggera.

(Assopiamoci all’alba, prima, un ultimo sogno e poi l’immenso.)

Foto di me – scattata da un amico. Parigi

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | 1 commento

L’histoire au début

Ricordo, il primo giorno di cui ho ricordo. Correvo per casa, era un giorno di sole. Non ricordo quale stagione fosse ma rientravo da fuori in calzoni corti. Doveva essere mattina. Correndo andai al mio lettino, che era ancora una culla. Si entrava dalla cucina, nella quale si accedeva dal balcone. Stavamo al primo piano, c’era bisogno di salire una rampa di scale, tutta dritta e coperta. Di sfuggita, entrando nella cucina, prima di svoltare a sinistra per entrare nella mia camera che era anche la camera dei miei genitori, vidi, a destra, oltre il grande tavolo di marmo, mia madre intenta fra il lavello e la cucina. Ero un bambino e giocavo, o forse no. Ricordo che correvo e la vidi, così, di sfuggita.

(Amiamo con tutte le forze e senza alcun forse!)

Foto di una pasta di pane e di un ricordo.

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

La fin de la nuit

Il faut être autour d’une table,

où chacun a choisi son assiette

où tout le monde a son verre

d’eau ou de vin et désir…

(On a trouvé dans la rue un sac plein de livres inconnus.)

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | 1 commento

Un verre

Nous sommes anneaux d’une chaîne, rue bruyante d’une ville, encre renversée sur une toile de soie, rêve emmené jusqu’au bout de l’océan…

(À moi, que demain sera encore là et partout.)

Foto scattata da un amico – Parigi

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | 2 commenti

Le feu dans la courte

La notte,

tutte le stelle vengono a galla

tutti i sogni restano al bando

tutte le voglie raccontano fiabe

ogni silenzio brucia certezze

ogni sentiero ha un senso compiuto

ogni carattere sgualcisce il vestito…

(L’insonnia è per chi dimentica, anche di addormentarsi…!)

Foto mia – Normandia

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Entretien

Le giornate grigie,
i manifesti colorati
e gli sprazzi di sole,
costruiscono accordi,
con il frastuono,
le vite tormentate
e le opere d’arte.
Su sedie abbandonate.

(Questi tempi di attesa, quando il caffè non sale perché non c’è acceso il fuoco.)

Foto mia – quasi #Montmartre #Paris

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Dans un tiroir

Ti amo sotto la pioggia,

fra gli sfolgoranti gerani in fiore,

dentro i caffè pieni di persone,

sui letti d’hôtels dimenticati.

Andiamo, sfioriamoci le mani

mentre attorno tutto rifulge

d’un baccano intonato dal meriggio,

sfidiamo gli stati d’angoscia,

teniamo ognuno le paure dell’altro,

i nostri occhi vacillano all’alba,

siamo arrivati al limite dei sensi

lungo il crinale delle nostre intemperanze.

Non hai chiesto sospiri fra sentieri d’ombre,

non hai chiesto carezze o baci,

non hai chiesto preghiere o canti

né di innalzarti altari d’immenso

né diamanti coi quali illuminarti,

né fuochi profumati d’incenso.

Ti amo sotto la pioggia,

c’era il sole giusto un attimo fa

e noi eravamo sorridenti e scalzi

proprio come adesso,

i tuoi occhi sorridono all’imbrunire,

un soffio di vento e le candele muoiono,

il lamento di un lupo in lontananza,

spinge verso casa il tramonto.

Gocce grandi quanto una lacrima

ed io ti amo sotto la pioggia.

(Alcuni panorami sono fatti di stelle filanti e girotondi!)

#lavieestbelle foto mia – Paris

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | 2 commenti

10 mai 1977

Gocciole, oltre la portafinestra,

cadono in un frastuono

di teneri sogni lasciati a svagarsi,

corrono sui vetri sottili,

le bugie illuminano le verità

in una fiamma immensa un granello

e c’è acquiescenza assurta

di sabbia dispersa da un respiro,

di stille all’arrivo dei marosi,

delle piccole capanne di paglia e sudore,

degli amori lunghi una notte eterna,

dentro gli sguardi pieni di fragore,

ad un passo d’un pezzo di carta

e dai tratti leggeri sgualciti dal tempo.

(Perché ogni azione sia stato di cose, volontà e mai conseguenza! Ad un bicchiere di vino e ad un bacio!)

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Le Bus Vert

La semplicità, cos’è?,

un ombra disegnata sul cemento,

uno scuotimento d’alberi dovuto al vento,

il verde intenso e l’arancio d’incenso,

gli occhi che frugano fra la gente

il rumore potente di un desiderio,

i passi agli incroci dei sentieri ghiaiosi.

La semplicità è

un bacio prima di partire

il sorriso che non vorresti abbandonare

una carezza conservata negli occhi,

le parole senza fronzoli di convenienza,

il colore azzurro nei cieli sereni,

l’amicizia quando non ha bisogno di scuse.

(Spiegate le ali, alimentate il guizzo che è, siate al disopra delle cose.)

Foto mia – Parigi

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Sulfureux

Il sole, dopo l’alba,

dopo la notte buia, dopo i sogni.

Aggiungiamo strade,

anche di cartapesta o d’inchiostro.

Fino a casa, salviamo,

il sapore dei viaggi d’intransigenza.

(Esistono accordi, disaccordi, note e annotazioni.)

– foto di un degrado qualunque

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Tonalità di grigio

Les affiches
comme tapis dans la rue,
la pluie
qui remplit les nuages,
les visages
sérieux de nous deux,
à Paris
la dorée ville cage…

(On peut se retrouver sur les ailes d’un papillon.)

Foto mia – Montmartre

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento

Un coup de vent

Il sentiero conduce alle estremità,
delle andate e dei ritorni,
ai lati delle strade asfaltate,
dentro i boschi dipinti dal tempo,
attraverso i cinguettii invisibili,
fra gli affusolati raggi solari,
lungo le parole in sospeso…

(Un giorno guarderemo queste foto di panorami sfocati non riconoscendo i nostri ricordi.)

Pubblicato in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici | Lascia un commento