Un souvenir lointain

Le persone camminano
fra le strade,
il vocio percorre, intenso,
io fra loro,
nel silenzio del meriggio,
a venire, avvenire,
in divenire
in assonanza di gesti
in discordanza di intenti.
La piazza è cinta dai palazzi…
… oltre c’è il tramonto!

(Il faut s’aimer malgré tout, aimer le beau temps ensemble, la tempête aussi.)

Informazioni su Francesco Quaranta

Amo gli sguardi.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un souvenir lointain

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Insieme…oltre ogni evento della vita.
    Si può. Se si ama la vita stessa e le sue emozioni.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...