Le dernier jour

La città è buio e silenzio,

una sirena lontana entra da l’uscio sul balcone.

I contorni delle pareti bianche adesso nere,

abbozzano mostri e vuoti.

I vuoti sgretolano le certezze e i giorni,

le tracce degli artigli aprono strade immense.

Urlano i sogni dalle feritoie attraverso la pelle,

feroci grida, dissonanti grida, aberranti.

Cammino fra le strade vuote. Dai palazzi non luci o suoni,

polvere. Cade leggera la polvere,

sulle auto parcheggiate,

sulle masserizie accatastate lungo i marciapiedi.

E non so quale sia il vuoto più vasto.

A poco a poco cadono pezzi d’intonaco, sempre più grandi.

La città si sgretola sopra di me, attorno a me, sotto il mio sguardo.

I punti di sutura iniziano a bruciare.

La pelle diviene rossa e poi nera.

Gli immobili cominciano a cadere ed accartocciarsi,

affretto il passo, non corro no.

Con l’animo sereno affronto i ponti,

il fiume scorre verso il mare,

risuonano i miei passi.

La città è in macerie,

i musei non hanno retto al vuoto,

senza un suono.

Dal ponte delle miserie spando un ultimo sguardo.

Un giorno i segreti non avranno motivo d’esistere,

i sogni vivranno di luce immensa,

daremo amore in un crepitare di fiamma,

isseremo vele per arrivare al punto in cui s’addormenta il sole,

rimetteremo a posto gli errori senza compierne altri,

lasceremo i vuoti sulle panchine nei parchi,

porremo fine alle assenze con parole d’amore,

diremo addio quando avremo depassato il culmine, l’argine, l’orlo

e le frontiere delimiteranno le nostre case, le anime, gli abbracci.

Anche la poesia s’increspa,

quando siamo nella stessa stanza

e tu dormi ed io resto sveglio.

Ma adesso, adesso devo andare,

la città si accartoccia su se stessa ed io resto immobile,

perché dopo il frastuono la polvere si posi leggera.

(Assopiamoci all’alba, prima, un ultimo sogno e poi l’immenso.)

Foto di me – scattata da un amico. Parigi

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le dernier jour

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Un mix onirico di vita e anima.

    "Mi piace"

Rispondi a fulvialuna1 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...