Les chaussures de tango

Il rumore della città,

è la gente di Parigi al tramonto,

le ultime ombre

le porte automatiche

le scale mobili

l’uomo con la sedia da mare,

il ragazzo con la chitarra,

la ragazza col libro in mano

nel suo spazio di lettura,

salgono su la metro

lenta e sorniona

strapiena e brulicante,

gli scuotimenti del viaggio,

le stazioni fermano gli arrivi

e le uscite portano agli incroci,

alle chiacchiere sulla strada

con l’ubriaco di turno,

di vino e di vita.

C’è silenzio, arrivato sotto casa.

(Siate sognatori anche nei giorni in cui vorreste svegliarvi.)

Foto mia di una via qualunque – Parigi

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Les chaussures de tango

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...