Il y a un sense

Gli ultimi giorni stanno arrivando

assomigliano ai primi in posti lontani

I giardini accolgono il sole e l’aria una musica

è dolce passeggiare sull’orlo della realtà

Vorrei avere ali per non precipitare

vince il senso di claustrofobia anche nel vuoto

È una giornata di primavera persa nell’inverno

ed io ho smarrito la felicità e resto preso all’ingiusto

Ha ragione la forma in cerca di perfezione

consapevole di essere uno sbaglio dentro e fuori.

(Smettetela di mascherare la cattiveria con la concretezza. Siate sognatori anche nei giorni di guerra.)

Foto mia – punto di vista sdraiato su una panchina a Montmartre

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...