Je n’ai rien à cacher

Ma tu, nel tuo vivere notturno,

raccogli note lungo il cammino,

attendi i tuoi sogni sublimi,

l’appartenenza ai nugoli di stelle,

in uno strepito di emozioni,

che è fracasso di mare a riva,

immergi lo sguardo nelle intensità

degli occhi riflessi allo specchio.

Fuori la città sonnolenta vive,

in un eterno girovagare in se stessa,

e tu muori per tutti gli attimi infiniti

che non potrai vivere mai più.

Neanche in una prossima vita…

(Sentitevi meritevoli e poi rendetevi tali!)

– foto di Repertorio inedita scattata da un vero amico

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Je n’ai rien à cacher

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Foto intensa, come le tue parole.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...