Les jours d’attente

Le cose dentro i nostri stati,

d’animo, gli altrove, i resti,

scavano col loro peso,

aumentano le profondità,

creano i vuoti inutilizzati,

spandendo le voci dei sogni,

degli echi dei passati anni,

quando ancora sorridevamo

al sole e alla luna, agli intermezzi…

(Il profumo della pizza a portafoglio sotto Portalba.)

-foto scattata lì, da qualche parte. A Napoli.

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...