Quatre jours

Incontriamo sogni,

agli incroci delle strade,

d’ammalianti occhi

venuti da Olimpo

con dentro l’universo

e una spiaggia d’argento.

Serbiamo il silenzio,

uno, di quelli potenti,

fatto d’angoscia e tenerezza,

composto da tenui sillabe

in grado di edificare

amori fra le trame del soffitto.

(Il profumo del caffè e il tuo si confondono nel tempo del risveglio!)

Foto mia – Parigi

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quatre jours

  1. tachimio ha detto:

    Sempre originali i tuoi versi. Ciao Franz. Isabella

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...