Si je fus là

Avrei potuto vivere ovunque ma abito a Parigi

dove le insegne illuminano a malapena

e l’ultima metro è già passata

gli uomini camminano stanchi e tristi

o urlano e giocano fuori dai bar

una donna ubriaca di vino e non d’amore

l’ho vista una notte e sembrava una strega

aveva perso la grazia la bellezza e il profumo

eppure era ben vestita e giovane e bella

perché in fondo alla notte le ombre vengono a galla

coperte un manto di stelle coperte da una dimenticanza

guardo nei vasi sul balcone le piante in attesa della primavera.

(Sono le attese a darci il tempo di decidere o il contrario…!)bit.ly/18GCSaj

girl in a blanket – Lucien Freud

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Racconto, Parigi, Roma, Napoli, Milano, Pisa, Livorno, Lecce, Salento, Firenze, Camaiore, Lucca, Siena, Verona, Slovenia, Italia, Amore, Amici. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Si je fus là

  1. fulvialuna1 ha detto:

    “…perché in fondo alla notte le ombre vengono a galla…” quanto è vero!

    Piace a 1 persona

  2. Sarindi ha detto:

    Complimenti! Mi è piaciuta molto!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...