Après 

Addo staje, addo staje?

E che faje, e che faje?

O sient st’addore e rosa de maggio?

O vire stu sole? Stu sole e’ passaggio?

Je te ved, surrise, Surrise te chiamm,

dint e pnsier, dint a stu core, girann

cercamm, e tu llà staje, e je ccà stong,

e me ne more accussi, scansann stu journ.

Tu si na farfalla che gira che avota,

luntano da me e je m’arrevot.

Culure gentil, muvenze leggere,

ma t’e purtate stu core e je me ne more.

(Nous sommes racines liées entre leur!)

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...