Le gris et la lumière 

Le gocce asciutte sul vetro

l’asfalto polveroso

le nuvole color cenere

le luci rosse delle auto in fila

l’odore dolciastro

le canzoni rock alla radio

le chiacchiere di mezz’ora prima

la strada dissestata

le ultime curve

il portone di casa

il buio fra scalino e scalino

lo scatto della chiave,

tracce di ricordi d’un giorno mite…

(Degli abbracci e dei viaggi,

oltre gli occhi e il sogno!)

Ed io amo,

amo la pioggia sul vetro

il giorno mite

il sole sulla pelle, amo,

amo il sorriso

e il pianto,

il bagliore e l’ombra,

il gioco quando é condivisione,

amo l’odore del mare

e il suono delle onde

amo,

te sopratutto.

(Due strade, un incrocio, e l’infinito!)


foto storta che avrei potuto raddrizzare – l’amore esiste, a Parigi 

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le gris et la lumière 

  1. fulvialuna1 ha detto:

    E anche nelle tue parole. Esiste.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...