Réponse 

Stringi gli occhi forte

all’incrocio

in attesa

e proprio lì

ascolta

il rumore della mente

nel buio d’ampolla

panta rei

ascolta allo spasimo

lo strimpello di un mendicante

incupisci stordisci

lancia fiori di cartapesta.

Magma sotterraneo

circuisce circonda

esausta le pupille

stringe un patto

contratto di confine

a doppio filo

strato e spazio.

Il mercato notturno

la calca di gente

persone altrove

altrimenti altrettanto.

Mercato di sogni

si compra e si vende

nessuno scambio

e la vita scivola via

in bianco e nero.
(Vedo luci di festa lontano lontano, ad un tiro di schioppo!)

Foto mia – mercato notturno a Piazza Garibaldi 

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Réponse 

  1. franzpoeta ha detto:

    Grazie 😊 mi fa piacere ti sia piaciuta!

    "Mi piace"

  2. fulvialuna1 ha detto:

    L’ho letta tutta d’un fiato, senza pause; incalzante…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...