Apparaître 

Lascio un urna vuota,

dei miei amori, i miei desideri;

invisibile controllo:

filo spinato sanguinolento;

fredde mani stringono.

Scivola lasciva l’immagine,

occhio pieno di passione e ira;

pelle tesa e fine e dura,

voce mite,

decisa e dubbiosa, lenta.

Assaporo dolce la fine.

Trasporto di frese e rose e legno;

concupire i turgidi seni, ora passiti,

vivido ricordo di una vita gaia;

frutto tenero declivia.

Derviscio all’angolo della stanza:

con disgusto è visto, placido e certo

il portamento, nulla da perdere. Il guscio 

cede, marcio di pensieri,

degno a parole, noia e rabbia.

Breve cagione di frusta.

Segni logori di sogni;

frescura imminente, mai all’arrivo;

descrivere incapaci di verità;

godere solo uno solo.
(Insieme, perché separati siamo soltanto pezzi di carne.)


Madonna –  Edward Munch 

https://it.wikipedia.org/wiki/Edvard_Munch?wprov=sfsi1

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Apparaître 

  1. tachimio ha detto:

    ”Insieme, perché separati siam solo pezzi di carne”. Un concetto che mi piace molto mio caro. Che dire di più? Solo che sei bravissimo. Un caro abbraccio. Isabella

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...