Passione è sacrificio

Cara, amore,
ti vedo volteggiare
nei miei pensieri.
Quì seduto in riva
al fiume, guardo il cielo,
nulla mi ricorda di te.
Tu sei al mio fianco,
bella. Il fuoco,
che arde, rischiara
il tuo volto, diavolo;
mi tenti, ed io agogno,
perdermi nel tuo abbraccio:
scontare
il peccato originale,
avendolo commesso,
felice.
D’averlo fatto, consapevole.
Le tue chiome fluenti,
sono mille serpenti:
mi trasformi in statua,
l’anima nella roccia.
Contento di restare
nel tuo palazzo, ornamento.
Io.
i tuoi occhi, nascondono
un universo, da lì vengono
alieni: resto, cavia dei loro
esperimenti.
Senza rimpianti.
Dal tuo sguardo
viene la pace, della mia anima.
Scende una lacrima,
ed è pioggia nel mondo.
Vago. Nell’immenso.
Ti avvicini, mi avviluppi;
le tue unghia: artigli;
una pantera, nella mia carne.
Nulla posso.
La mia ricompensa, regalarti
un pasto, sentire
d’averti servito. Ascoltare
per l’ultima volte,
il tuo ruggito.
Il paradiso.
Prima del nulla.
Sempre, per te,
tutto.
Me.
Le mani sul volto,
mie, le scosto e guardo.
Incanto, il vederti,
al mio fianco.
Tremo.
Ciò che non è stato,
potrebbe succedere, spero.
Sarà, se vorrai.

Informazioni su franzpoeta

Amo gli sguardi. Napoletano emigrato a ovunque sia.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...